L'Habitat dei Rettili

L'Habitat dei Rettili

I rettili sono animali a sangue freddo e questo spiega il perchŔ necessitino di ambienti con un'alta temperatura e, preferibilmente, un alto tasso di umiditÓ. Da come si pu˛ dedurre quindi, questi animali abitano tutti i territori conosciuti: dalle zone equatoriali, via via fino alle zone dei poli, le cui temperature sono troppo rigide per le loro caratteristiche fisiche. Si sono per˛ trovate alcune specie, rare e per nulla numerose, che sono state in grado di abitare gli inospitali terreni al di lÓ dei circoli Polari.
Man mano che ci si allontana dalle regioni equatoriali, quindi, il numero e le specie di rettili che abitano i territori diminuisce gradualmente, ma in una percentuale assai maggiore rispetto a qualsiasi altra classe di vertebrati.

Ovviamente, sempre a causa del clima, anche l'altitudine dei luoghi influisce sulla presenza e sul numero di rettili: questi, infatti, prediligono le bassure calde e afose delle zone dell'equatore o, comunque, le zone che presentano medie di temperature piuttosto alte. Ci˛, per˛, non toglie che anche sulle alture possano trovarsi alcune specie di rettili che si sono perfettamente adattati all'ambiente: in Italia, per esempio, le lucertole vivipare e le vipere, colonizzano i monti dell'Appennino e delle Alpi, fino ad un'altitudine di circa duemila metri.
La massima altitudine a cui questi animali possono vivere Ŕ stata per˛ fissata attorno ai quattromilaseicento metri: l'esploratore Schlagintweit trov˛ infatti diversi rettili che abitavano l'Himalaya nelle zone corrispondenti a questa altezza sul livello del mare.

Si pu˛ quindi dire che i rettili popolino principalmente le zone di terra ferma che presentano le caratteristiche di umiditÓ e calore necessarie alla loro sopravvivenza come boschi e foreste.
Una caratteristica dei rettili Ŕ poi quella di abitare sia il terreno, in senso stretto, ossia cespugli e radici, sia i luoghi sopraelevati come i tronchi degli alberi o, addirittura, i rami.

Tutte le specie di rettili esistenti sono, pi¨ o meno, vincolate ad una determinata localitÓ, ci˛ significa che nessun rettile Ŕ un migratore nel senso stretto del termine. A questa norma generale, per˛, potrebbero fare eccezione le testuggini marine che si spostano seguendo itinerari precisi a seconda delle necessitÓ e delle stagioni. A parte questa eccezione quindi, potremo definire i rettili come una classe terricola.
Poche sono le specie che abitano le acque, tra queste figurano soprattutto le testuggini ed alcune specie di serpenti. Ancora meno poi, sono le specie in grado di abitare i luoghi asciutti, sabbiosi o rocciosi. Si pu˛ quindi dire che, il vero regno dei rettili, sia la terraferma, meglio ancora se con una buona umiditÓ ed una temperatura gradevolmente calda.