I Rettili

I Rettili

I rettili rappresentano il primo gruppo di vertebrati che si sono adattati ad un ambiente strettamente terreste e possono essere considerati gli animali più antichi: sia come origine che come caratteristiche infatti sono quelli che più si avvicinano agli animali che, per primi, hanno colonizzato la terraferma. Questa antichissima origine si posizionerebbe, lungo un'immaginaria linea temporale, nel periodo in cui le terre, ancora unite, prendevano il nome di Pangea; il che spiegherebbe la presenza dei rettili, delle specie più diverse, sui territori di tutto il mondo.

Solo in Europa, sono presenti ben 85 specie di rettili terresti, che colonizzano anche le isole mediterranee e non, a cui si aggiungono poi cinque specie di tartarughe terrestri.
L'aspetto esteriore dei rettili, forse per la diversa origine e per l'adattamento ai diversissimi ambienti che si è verificato nel corso dei secoli, è particolarmente disomogeneo: il corpo può infatti essere tondeggiante, oppure appiattito, allungato o vermiforme, provvisto di zampe oppure completamente privo di arti. In genere però la pelle, poverissima di ghiandole, può essere provvista di un rivestimento corneo (squame o placche) che, talvolta, può essere sostenuto da degli scudi cutanei ossei. Una curiosità, tipica di alcune specie, è quella di poter cambiare la colorazione della propria pelle, secondo la necessità, attraverso l'espandersi o il contrarsi di alcune cellule colorate.

Riguardo alle zampe la distinzione è molto più netta e precisa: le zampe dei rettili, per quelli che ne sono provvisti ovviamente, sono solitamente quattro, posizionate lateralmente rispetto al tronco, ma tanto corte da permettere al corpo di strisciare a terra, più che di sollevarsi.
Un discorso ancora più ampio, se possibile, andrebbe fatto per l'apparato scheletrico di questi animali, poiché il panorama delle specie presenti al mondo è talmente vario da renderne impossibile una descrizione così generale. Volendo ampiamente generalizzare, potremo comunque dire che, in quasi tutti i rettili, lo scheletro si è solitamente ossificato, anche se la posizione e la conformazione delle sue singole parti risulta impossibile da definire con precisione all'interno di un contesto così ampio come questo.
Certamente più omogenee sono le informazioni generali che possiamo dare riguardano la dentizione dei rettili: questi animali infatti, a differenza dei mammiferi, non presentano una diversificazione dei denti in base alla forma ed alla funzione, bensì sono provvisti di denti più o meno identici tra loro, di forma conica. Questo è dato dalla funzione che i denti dei rettili svolgono: i rettili, infatti, non utilizzano i denti per masticare né per tagliare pezzi di cibo, ma li utilizzano per afferrare le prede e per favorirne la deglutizione. Altra caratteristica comune a quasi tutti i rettili è il fatto che i denti non siano soggetti a muta: semplicemente, i nuovi denti crescono accanto a quelli vecchi, ma senza sostituirli. Queste caratteristiche generali non sono però valide per le testuggini: esse infatti non hanno denti, ma solo una serie di affilate lamine cornee.
Questi strani animali, il cui udito e la cui vista sono spesso molto inferiori a quelli degli altri animali, hanno comunque sviluppato altri sensi molto raffinati come, per esempio, la capacità di percepire il calore termico. Addirittura, nella maggior parte dei rettili, gli organi sensitivi sono distribuiti in gran numero sulle squame: essi sono in grado di registrare le sensazioni olfattive e gustative (in questo è utilizzata anche la lingua) attraverso una serie di segnali chimici.
Animali antichissimi e assai distanti dai mammiferi, eppure un gran numero di persone non solo li osserva con curiosità, ma li sceglie come animali da compagnia con i quali dividere la propria casa. Le tartarughe sono fra i rettili più amati da adulti e bambini, seguite da iguane, gechi e serpenti, per molti animali domestici al pari di cani e gatti, sebbene (lo abbiamo già ricordato) si tratti di animali dalle caratteristiche indubbiamente peculiari per quanto riguarda l'habitat in cui vivere, le abitudini e la dieta e di conseguenza la scelta d'adottare un serpente o un'iguana andrebbe ben ponderata innanzitutto per il benessere dello splendido rettile. Proseguendo nella lettura del nostro sito troverete utili informazioni sull'allevamento dei rettili, ma prima altre notizie interessanti sull'habitat preferito da questi animali a sangue freddo.